Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca su "Più informazioni"

La mia, la nostra Africa

Karen Blixen è stata una scrittrice danese, nota soprattutto per il suo romanzo autobiografico La mia Africa, reso celebre dall'adattamento cinematografico di S. Pollack del 1985. Da questo romanzo, insieme all'amica Alessia Rabacchi, abbiamo tratto alcune pagine significative e grazie a Roma Tre Orchestra la lettura di queste pagine scelte è stata accompagnata da brani della colonna sonora di J. Barry (vincitore del premio Oscar proprio per questo lavoro). 

A 28 anni, la Blixen, che allora si chiamava Karen Dinesen, si trasferì in Africa: era il 1913 e stava sposando il cugino di secondo grado, il barone svedese Bror von Blixen – Finecke, dal quale si separò nel 1921 e divorziò quattro anni dopo. La piantagione di caffé che avevano creato insieme in Kenia, dopo un notevole successo iniziale (dovuto all'innalzamento dei prezzi causato dalla Prima Guerra Mondiale), non diede i 'frutti' sperati: terreno e clima non erano adatti a questo tipo di coltura, che il marito aveva imposto nonostante il progetto iniziale della Blixen contemplasse la coltivazione del cotone. 

Come narrato nel romanzo e nel film, il barone von Blixen, uomo fascinoso e arrogante, fu spesso un partner infedele: per questo motivo la Blixen, già durante il primo anno di matrimonio, aveva contratto la sifilide, una malattia che secondo alcune fonti la scrittrice ha continuato a covare dentro di sé per tutta la vita, nonostante, in seguito al ricovero in Danimarca, la sintomatologia fosse apparentemente scomparsa. Karen, dopo essere tornata in terra danese per curare la sifilide, tornò in Africa; anni prima, insieme al marito, aveva conosciuto Denys Finch-Hatton, cacciatore e organizzatore di safari di origine inglese, che divenne suo partner dopo la rottura con il marito, dal 1926 al 1931. Questo memoir, scritto dalla Blixen prima in lingua inglese e poi dalla stessa tradotto in danese, è un tributo quasi onirico ai luoghi e alle persone che Karen Blixen ha conosciuto e amato nella sua adorata Africa.

Il film ‘La mia Africa’ è stato interpretato da Robert Redford, Meryl Streep e Klaus Maria Brandauer. La pellicola ha ricevuto ben sette premi Oscar (miglior film, migliore sceneggiatura, regia, sonoro, colonna sonora, fotografia, scenografia) e ha fatto emozionare diverse generazioni di sognatori.

A partire dalle fotografie realizzate in occasione del primo 'CinemaLibro' è stato realizzato un breve filmato: il video è raggiungibile cliccando qui.

Ecco alcune immagini de 'La mia Africa' realizzato presso la biblioteca comunale "Vaccheria Nardi" di Roma, il Teatro di Villa Torlonia e il Museo Pietro Canonica di Villa Borghese.

 

 

Roma Tre Orchestra Ensemble

Maria Teresa De Sanio, violino

Livia De Romanis, violoncello

Stella Ala Luce Pontoriero, pianoforte

Alessia Rabacchi, voce recitante

 

Suggestioni letterarie:

 

- BLIXEN Karen (1937) 'La mia Africa'

- BLIXEN Karen (1952) 'Il pranzo di Babette'

- BLIXEN Karen (1960) 'Ombre sull'erba'


© 2008-2018 Giorgia Aloisio
  |  Home                                                                                    

  secondo evento: L'età dell'innocenza